Smartset, preferiti… non è tutt’oro quello che luccica!

28 07 2007

Dopo il post precedente, parrebbe finalmente che i problemi su Zooomr siano acqua passata, eppure ci sono ancora dei piccoli bug anche se sembra che tutto stia girando al meglio.

Con il ritorno degli smartset, qualcuno (come il sottoscritto ha tirato un sospiro di sollievo) ma si è subito ricreduto non appena ha iniziato a riorganizzare i propri smartset. Per non tirarla lunga, sembra che non vengano visualizzati più di 12 smartset ( 0_0 ); in un primo momento sembra che vengono cancellati o persi, poi si capisce semplicemente che la pagina ne mostra un massimo di 12.

Il che a mio parere rende la feature quasi inutilizzabile se hai un numero ben maggiore di smartset! Un’altra piccola mancanza è il fatto che cliccando su una foto dello smartset si finisce alla pagina con tutte le altre foto, portando l’eventuale navigatore a perdersi e costringendolo a cliccare sul tasto back del proprio browser; mentre sarebbe auspicabile che fossero visualizzate soltanto le altre foto appartenenti allo smartset (più logico dopotutto!).
Per approfondire ecco il link in cui Kris riceve i feedback degli altri zooomers sui smartset.

Ma mentre si discute sui smartset, riprende vita anche la pagina dei preferiti; perciò d’ora in poi tutte le foto delgli altri zuuumeristi che marchiamo con il cuoricino saranno visibili e raccolte nell’omonima pagina. Ma anche qui c’è una cosa che fà storcere il naso. Infatti ora quando si và su una foto e si seleziona le varie grandezze, se non appartengono alla propria collezione, si può visualizzare solo il formato medio.

Sulle zipline questo fatto non è passato innoservato, e ha lasciato perplessi. Sembra che sia stato fatto per prevenire il “ladrocinio” delle foto! Ma allora perchè non ampliare le scelte in upload? Perchè non inserire la possibilità di scegliere se la foto vada caricata in formato originale o medio? Oppure dare il modo di cambiare il tipo di licenza? E infine che fine ha fatto il Marketplace?

In attesa del nuovo JUploadr, in attesa che i server vengano ampliati (sembra che sia stato fatto nei giorni scorsi) speriamo che Tate e Hawk ritornino a concentrarsi sul servizio puro e semplice, perchè se è vero che l’iPhone porta alla dipendenza, la maggior parte degli utenti usa un computer; e poi mi piacerebbe zittire qualcuno degli utonti di Flickr che mi snobbano perchè ho un account su Zooomr…stay tuned!

by fokewulf

Blogged with Flock

Annunci




Welcome back!…. Smartset!!!

28 07 2007

Bene, dopo tanto penare, finalmente gli smartset sono arrivati! Il 21 luglio lo scanzonato Tate ha annunciato il ritorno degli smartset, accolti con
soddisfazione e tanto attesi. Anche se a dirla tutta non tutto gira per il verso giusto, ma spiegheremo poi.

Questa feature era tanto desiderata, perchè gli smartset,
sono gli “album” di Zooomr che permettono di classificare le proprie foto,
raggrupparle e raccontare più facilmente una storia tramite le proprie
immagini. Infatti immaginate di avere un intero weekend da raccontare con un centinaio di foto… bè alcuni miei amici si stancavano a girovagare per la mia timeline, mentre inviare il link dello smartset accorciava la ricerca.

Ma questi smartset come si costruiscono? Sò che molti di voi già lo sanno fare, ma spero che la comunità italiana si amplii, e quindi parlo ai nuovi arrivati.
Leggi il seguito di questo post »





Disponibile la prima alpha di jUploadr 1.2. Quasi

14 07 2007

Screenshot jUploadr

Di jUploadr si era già parlato, di come Cohen avesse ritardato il rilascio della nuova versione per venire incontro a Zooomr, che avendo ancora scarsa capacità di storage (Kris, mai sentito parlare di S3?) non avrebbe potuto reggere un uploading di massa. Eppure una nuova versione di jUploadr ora c’è: la prima alpha della 1.2 e con belle novità tra cui il geotagging con tanto di memoria dei luoghi e una nuova gestione delle etichette. Con Zooomr ancora non funziona, perché la chiave API dedicata a jUploadr ancora non è stata attivata (questo presupporrebbe almeno che le API siano complete e funzionanti).

Nel frattempo il nuovo jUploadr è lì, su sourceforge, e funziona: non benissimo ma funziona. Con Flickr.

Non fraintendetemi: sono amareggiato. Davvero.

Michele C. S.





Zipline senza rss? Proviamo il fai da te…

9 07 2007

Ebbene sì oggi mi è preso lo schizzo di provare a smanettare con la zipline.
Leggi il seguito di questo post »





Perché Zooomr è ancora più che Beta

9 07 2007

Notavo oggi che Zooomr si è auto-dichiarato ufficiosamente (in quanto non ho trovato alcun comunicato ufficiale sul relativo blog) fuori dallo stato di beta. Infatti, accedendo a http://beta.zooomr.com si va incontro a un redirect verso www.zooomr.com, come ad indicare: “Basta con la beta. Ora siamo stabili”.

Personalmente non sono affatto d’accordo con questo ufficioso pavoneggiarsi di Kris e Thomas.

ERRATA CORRIGE: Thomas ha dichiarato sulla ZipLine che il cambiamento dell’URL è stato effettuato semplicemente per migliorare l’ottimizzazione del posizionamento nei motori di ricerca. Ciò lascia comunque valide le affermazioni che seguono.

Leggi il seguito di questo post »





jUploadr per caricare su Zooomr. Con calma

8 07 2007

JUploadr LogojUploadr è pronto per Mark III. Quasi.

Mi spiego. Steve Cohen, il papà di Juploadr, ha aggiornato la sua creatura alla nuova versione delle API di Zooomr, non ancora rilasciate ufficialmente ma che a quanto pare poco si discostano da quelle vecchie. Tuttavia la nuova versione di Juploadr non è ancora disponibile in quanto non funzionerebbe.

Kris Tate, infatti, non ha ancora attivato la chiave API di Juploadr (una chiave API è un codice che permette di identificare quale applicazione o chi sta usando le API). L’attivazione della chiave verrà ritardata fino a quando Sun avrà consegnato i nuovi server: pare, infatti, che Zooomr debba cercare di rallentare in qualche modo l’upload delle fotografie fino a quando non avrà a disposizione nuovi Hard Disk su cui memorizzare le immagini. Un caricamento troppo selvaggio potrebbe esaurire in breve tempo lo spazio su disco. Da qui la necessità di procurarsi nuove macchine e nuovi dischi.

Provate ad immaginare cosa si potrebbe fare usando un uploader di massa su un sito come Zooomr che ha nell’assenza di limiti di upload uno dei suoi punti di forza.





Tutorial: Desaturazione parziale in 5 minuti!

5 07 2007

La desaturazione parziale è una particolare tecnica usata per rendere in bianco e nero una parte di una foto a colori, producendo un interessante effetto. Esistono diversi modi per applicare questa tecnica, qui di seguito esamineremo il metodo più veloce!
Leggi il seguito di questo post »